Chi siamo

La Fondazione Intercultura per il dialogo tra le culture e gli scambi giovanili internazionali è stata costituita il 12 Maggio 2007 a Colle di Val d'Elsa (SI) dall’Associazione Intercultura, che opera da oltre sessant’anni nel settore degli scambi giovanili internazionali.

Il Segretario Generale Roberto Ruffino ne spiega le ragioni: “perché 10 anni fa abbiamo creato una fondazione? Perché quel filone di attività che avevamo iniziato fin dai primi anni ’70, di apertura alle scuole, di preoccupazione di quali siano i contenuti educativi dei nostri programmi, di collaborazione con le istituzioni esterne, negli anni è cresciuto in maniera imponente trasformandosi da esigenza interna della nostra associazione a esigenza della società italiana ed europea. Oggi tutti in Europa parlano di educazione interculturale, di scambi internazionali, di creare una mentalità da cittadini europei; quello che era un problema nostro, una preoccupazione nostra, è diventata una preoccupazione generale della società e la Fondazione opera proprio con lo scopo di contribuire a una cultura del dialogo e dello scambio interculturale tra i giovani e di sviluppare ricerche, programmi e strutture che aiutino le nuove generazioni ad aprirsi al mondo ed a vivere da cittadini consapevoli e preparati in una società multiculturale”.

La Fondazione Intercultura svolge ricerche in collaborazione con i maggiori Atenei italiani ed esteri, tiene convegni e produce pubblicazioni nel settore dell’educazione interculturale. Opera per favorire l’internazionalizzazione della scuola italiana fornendo esempi di buone pratiche e sessioni di formazione sulla gestione degli scambi (è Ente accreditato per la Formazione del personale della scuola presso il Ministero dell’Istruzione). Offre borse di studio per favorire la mobilità studentesca internazionale di giovani meritevoli provenienti da famiglie non abbienti: in dieci anni di attività ha raccolto quasi 30 milioni di euro che hanno permesso a centinaia di giovani di partecipare ad esperienze di studio all’estero. I Ministeri dell’Istruzione e degli Affari Esteri aderiscono alla Fondazione e ne sostengono le attività.

Dallo statuto: "La Fondazione Intercultura per il dialogo tra le culture e gli scambi giovanili internazionali non ha finalità di lucro né limiti di durata, è apolitica e non confessionale. Opera in Italia e all'estero con finalità di ricerca scientifica e di solidarietà e beneficenza"